domenica 26 aprile 2009

La lobby dei gay manipola l'elezione di Miss America

La potentissima lobby dei gay ha manipolato l'elezione di Miss America 2009, vinta da Kristen Dalton della Carolina del Nord. La Dalton è riuscita ad avere la meglio sulla californiana Carrie Prejean - neo-fidanzata del nuotatore Michael Phelps - grazie allo sgambetto fatto a quest'ultima dal giurato Perez Hilton.
Perez Hilton, noto gossipparo internettiano, ha chiesto alla Prejean se tutti gli Stati degli USA dovrebbero seguire l'esempio del Vermont che ha consentito i matrimoni fra gay. La biondona ha detto che è positivo il fatto che alcuni americani possano convolare a giuste nozze gay, ma che nel suo Stato ideale i matrimoni dovrebbero essere solo fra uomini e donne.
Carrie Prejean paga lo scotto di avere tentennato sulla questione gay: una vera Miss America liberal avrebbe capito al volo che non doveva pestare i piedi alla lobby omosessuale o ne avrebbe pagato le conseguenze.
Perez Hilton ha criticato pesantemente la miss dicendo che la sua risposta è la peggiore di tutti i tempi (e riguardo a qualunque argomento) nei concorsi di bellezza.
In seguito ha detto anche che la Prejean non ha perso il titolo per quella risposta ma perché è "una sgualdrina idiota".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...